La storia di M. NARRAZIONE COLLETTIVA. Raccontiamo il Centro Donna. I consultori della provincia di Pistoia attraverso le parole delle donne.

 Young Girl Writing an Email - Jonathan Janson

Young Girl Writing an Email – Jonathan Janson

LA STORIA DI M.

Non ho mai avuto una ginecologa privata.
Dal Centro Medico Universitario, al Consultorio di Piazza Sant’Jacopino a Firenze, al Consultorio di Via Bonfanti a Pistoia, fino al Centro Donna, ho attraversato negli anni questi luoghi per la contraccezione, la maternità, la menopausa. Ho sempre dato fiducia a questi spazi pubblici, a cui mi sono affidata per una scelta in parte anche ideologica. Ho anche pensato che la mia scelta, essendo io una donna libera e informata, fosse importante per il Consultorio, quale luogo non destinato alle “povere”, come un’assistenza sociale ma come un servizio che le donne avevano conquistato con riflessioni e lotte comuni durate tanti anni.
Insomma per me la nascita dei Consultori e la mia scelta di frequentarli sono stati atti politici. Li ritenevo un “bene comune” di cui invitavo anche le amiche a far uso.
Però… Ecco, ripensandoci, io l’ho usato in realtà come un ambulatorio ma sapevo che non era solo questo e che vi erano all’interno tanti percorsi e tante altre opportunità che distinguevano il Consultorio da un qualsiasi Poliambulatorio. Sono passata dalla dottoressa Petrini alla dottoressa Breschi, con cui ho avuto non un rapporto amicale ma di conoscenza e di rispetto. E’ capitato che mi abbia anche chiesto che cosa ne pensavo di certe problematiche generali che, per esempio, venivano discusse in Regione a proposito dei consultori e comunque l’impressione che ne traevo era che il Centro Donna fosse inserito in una Rete abbastanza forte di competenze e di riconoscimenti anche politici che l’avrebbero in qualche modo protetto rispetto a progetti di smantellamento o di snaturamento.
Purtroppo piano piano, il nostro (o mio?) ideale“pubblico è bello” e quindi anche “il consultorio pubblico è bello” è stato attaccato da quella macchina micidiale che ha avuto come carburante l’antipolitica e quindi anche l’anti-“tutto ciò che è pubblico” nei Servizi e da quella cultura del vivere al di sopra delle nostre possibilità, che aveva tra le sue stelle polari lo slogan “privato è bello ed efficiente” contro un pubblico sprecone, anche ladro ed inefficiente!
Le mie amiche, quelle della mia generazione post-bellica, andavano al consultorio. In moltissimi casi, le loro figlie hanno avuto il ginecologo o la ginecologa privata.
In una spirale, in cui è per me difficile individuare la causa e l’effetto, anche la qualità dei servizi offerti dal consultorio ha mostrato varie falle a partire dall’accoglienza telefonica su su fino alla ginecologia e le buone relazioni sono state sostituite da atteggiamenti più freddi meno accoglienti e in qualche caso addirittura maleducati e professionalmente scadenti soprattutto nella relazione umana e nella deontologia professionale.  Quel servizio pubblico “bene comune” è sembrato pian piano evaporare.
Poi ci sono stati i tagli alla sanità, le famose “razionalizzazioni”, forse tagli al personale. Forse l’offerta, forse la qualità dei servizi si sono abbassate; fatto sta che ad un certo momento, da qualche anno, si è incominciato a sentire in giro voci del tipo: non si riesce a prendere un appuntamento, oppure: per ogni necessità bisogna prima prenotare, non c’è accoglienza adeguata, il Centro sembra diventato in troppe ore un bel contenitore quasi vuoto, oppure: le utenti sono soprattutto straniere.
Brusii che si sono trasformati alla fine in un’unica frase minacciosa: il consultorio Centro Donna si sta trasformando in un semplice ambulatorio!
La domandona è: sono le donne che hanno abbandonato il consultorio o è il consultorio che ha abbandonato le donne? O forse ambedue le cose?
M.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 194, Centro Donna, Comune Pistoia, Consultorio, Diritti, Donne, Narrazione Collettiva, Salute e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...